Cerchi qualcosa in particolare? // Looking for something specific?

lunedì 17 ottobre 2011

Torta cioccolatino all'amaretto.



Ciao a tutti!
Un pochito "pochito" di dolcezza, visto che è - piuttosto prepotentemente! - arrivato l'autunno, almeno secondo il termometro, e insieme a questo i primi starnuti e colpi di tosse! :)

Quindi fatevi un bel tè - tisana caldi e dimenticate per un attimo tutti i vostri crucci, in una parola: cioccolato.. :)
Dimenticate insieme ai crucci anche la vostra bilancia, i vostri trigliceridi e colesteroli. 
Ma scusate, ma non possiamo anche vivere un po?! :-D
Ogni giorno preoccupazioni per famiglia, figli, amori, amanti, amici, colleghi di lavoro, lavori, libri, professori, freddo, caldo, cani, tartarughe, cene, pranzi, bau bau, micio micio, etc. etc.. Io mi sono annoiata a scrivere, voi avrete già saltato la riga.. (avete fatto bene, deliri da tesi).


Sbavate su questa torta e voletevi bene: rifatela a casa, quando siete tristi. 
Non c'è di meglio per non pensare della cioccolata. 
E' nella top 5 delle mie torte preferite, sicuramente...! 
E vi assicuro che non è così difficile da preparare, non vi spaventate (si Lucilla, dico anche a te!)!
La ricetta e sempre quella, la trovate in molti blog e libri, ho solo aumentato le dosi (vi invidio, o fortunati che possedete una teglia quadrata 20x20) e aggiunto gli amaretti... ^ ^

Il 5 è perchè - no, non ho provato ad "assassinare" un bambino! - l'ho preparata per il mio quinto anniversario con Michele... mamma quanti ne sono! :)


TORTA CIOCCOLATINO ALL'AMARETTO.
Ingredienti:
250 g di cioccolato fondente;
250 g di burro;
250 g di zucchero;
5 uova;
5 cucchiai colmi di farina;
1 pizzico di sale.
E...
una ventina di amaretti secchi.

Sciogliete a bagnomaria il burro insieme al cioccolato fondente. Se avete il microonde, potete anche farlo al microonde). Amalgamate bene e fate intiepidire.
In una ciotola sbattete con le fruste elettriche, fino a montarli in una crema chiara, i tuorli con lo zucchero. A questi amalgamate la crema di cioccolato e burro. In un altra montate gli albumi, con il pizzico di sale, a neve ferma, ed uniteli alla crema con un cucchiaio di legno, lentamente, dall'alto verso il basso.
N.B. Se non avete tempo o vi siete dimenticati di separare le uova (perchè non succede, noooo...) potete anche montarle intere con lo zucchero e poi unire la cioccolata e continuare a montare per ottenere una crema molto leggera ed incorporare più aria possibile. La pecca del procedimento "rapido" è il fatto che così massacrate gli ingredienti, che è bene maneggiare il meno possibile.. altre controindicazioni non ci sono.
Sbriciolate nella crema 2/3 degli amaretti, molto grossolanamente, e mescolate.
Versate il composto in una tortiera (se ce l'avete meglio a cerniera) da 24, massimo 26 cm di diametro. 
Aggiungete gli altri amaretti interi o quasi interi, spingendoli leggermente a fondo.
Cuocete in forno già caldo a 180°C per 30 minuti circa.

N.B.2: ovviamente, lo ripeto, il tempo di cottura cambia da forno a forno. Col forno statico viene meglio ma ci mette di più. Per stampi piccoli (es 20x20) possono bastare anche 20 minuti. La prova stecchino non serve, la torta è molto bagnata! Si forma una crosta sopra, croccantina, e dentro l'impasto è quasi liquido.
Non toglietela dallo stampo prima che si sia freddata del tutto. Fredda di frigo poi è spettacolare! ^ ^
Potete aggiungere, oltre o al posto degli amaretti, frutta secca, come noci, pinoli e/o mandorle.

Io la amo! ^ ^

La vostra stressata,
Babi!
Besitooooos! :)

Ps. Grazie a tutti gli iscritti alla mia pagina di Faccialibro! Per chi ancora non è iscritto, il link è questo e lo trovate anche qui sopra! ^ ^ 

Ps. 2.. Uhhhh, quasi dimenticavo! Abbinatela con una generosa cucchiaia di panna leggermente smontata! Per forza!! :) Crea un contrasto fresco col pastoso della cioccolata. Una meraviglia!

sabato 1 ottobre 2011

Pasta al forno pomodoro, mozzarella di bufala ed erbe profumate.


Cosa fare di veloce e gustoso, per un pranzo non troppo "pesante" ma diverso dal solito, quando in frigo hai - ahimè - solo mozzarella?

Io detesto la mozzarella, ci cucinerei soltanto... solo che d'estate è un alternativa comoda e fresca, e quindi per 3-4 mesi l'anno me la faccio piacere.
Mi piace molto invece quella di bufala, ma deve essere freschissima o mi da il voltastomaco... insomma, avete presente quelle cose che mangiate una volta, e siccome non sono buone magari vi danno fastidio non osate più assaggiarle? 
Non ho mangiato mozzarella di bufala per 3 anni... poi piano piano (prima sulla pizza, poi a tocchetti nella pasta, infine cruda), complice il fatto che c'è un allevamento proprio nel mio paese (*.*) sono tornata ad amarla!

Finchè ci sono pomodori e basilico.. accendere il forno per fare questa non mi pesa!
Estiva, ma con le conserve e i profumi secchi si può fare tutto l'anno.

PASTA AL FORNO POMODORO, MOZZARELLA di BUFALA ed ERBE PROFUMATE.
Ingredienti (per 4-5 persone):
500 g di pasta di semola (anche mista! usata gli avanzi ;));
250 g di mozzarella di bufala freschissima, circa;
500 g di pomodori maturi, circa (o 400 g di passata di pomodoro);
100 g circa di parmigiano reggiano grattugiato;
1 cucchiaio raso di pangrattato;
erbe aromatiche miste fresche (basilico, poi prezzemolo, origano, maggiorana, salvia, rosmarino, timo..);
sale, olio, peperoncino, q.b.

Lessate la pasta in acqua bollente salata: come si vede anche dalla foto, ho mischiato diversi formati. Basta che sia al dente!
Preparate una profumatissima salsa soffriggendo la cipolla e facendo cuocere (non troppo) i pomodori maturi a pezzi; salate, aggiustate di peperoncino e solo all'ultimo aggiungete tutte le erbette profumatein proporzioni variabili.
Usatela per condire la pasta, insieme con una generosissima spolverata di parmigiano reggiano e la mozzarella di bufala a pezzetti piccoli.
Imburrate una teglia da forno e metteteci la pasta. Completate spolverata con il rimanente parmigiano reggiano e con il pangrattato.
Passate in forno a 180-200°C, in modalità grill, fino a quando non si sarà abbrustolita in superficie.
Servite direttamente nella teglia da forno.  

Basterebbe il basilico per renderla speciale... ma come si può rinunciare a tutte le altre magiche meraviglie profumate? Affacciatevi in terrazza/orto e mettete tutti i profumi che vi piacciono di più. :)
La mozzarella - ovviamente - va benissimo anche quella normale, sono io che sono viziata! 
Eeeeeee.. e basta!
Bon apetìt!

Un baciotto.. anzi, bisous!
Babi
Related Posts with Thumbnails